Re_framing

Michela Palermo

A printed matter installation | 04.10 – 03.11.18 | Artist reception  23rd – 24th October

 

ONEROOM Books è orgogliosa di aprire la proprie porte ad un nuovo ciclo d’iniziative, ONE open ROOM, diventando una camera aperta a disposizione di autori invitati ad esprimere e raccontare se stessi ed il proprio lavoro in totale libertà.

Il primo appuntamento vedrà Michela Palermo come padrona di casa il 23 e 24 ottobre per presentare Re_framing, un allestimento printed matter dal suo progetto The Untitled box, che resterà in mostra fino al prossimo 3 Novembre.

 

Se la fotografia è una lotta impari contro l’oblio; se può servire come traccia, come ricorso, promemoria di qualcosa che è stato; se è il risultato di un’iscrizione chimica di brevi momenti, la mia ricerca si libera nella possibilità di sovvertire tutto questo.


E’ il tentativo di mostrare la fragilità delle mie stesse visioni; una possibilità che accetta, e forse accoglie, la non linearità dell’esistenza, come se ogni volta quello che è accaduto non fosse mai stato, o accaduto in un altrove sospeso, in una rete vertiginosa di tempi non uniformi, divergenti e paralleli, che il mio sguardo non può testimoniare, ma solo intuire.


Il mio lavoro prende forma nel desiderio di restituire questi miei “battiti di ciglia” in pubblicazioni dove il libro (l’oggetto stesso, l’ordine postulato dalle pagine, il bianco del foglio e la sua relazione con l’immagine scelta) ristabilisce una visione, fatta di combinazioni e infinite possibilità di associazione.


Fotografo per dimenticare, e per riscrivere daccapo quello che è stato.

 

 

The Untitled Box è una collezione di fanzines e libri di artista autoprodotti e contiene (per adesso)

 

As I was Following You (2010)

You are here (2012)

Would (2014)

One million stars (far from you) (2017)

Beyond the dust (2018)

 

 

In mostra le pubblicazioni realizzate, una serie di stampe ai sali d’argento, collage di stampe xerox su carta usomano e acetate, poster serigrafati.

 

 

 

 

 

 

 

ONEROOM Books is proud to introduce a new format of initiatives, ONE open ROOM, becoming a kind of a temporary studio available for invited authors to express and talk about themselves and their work in total freedom.

 

The first appointment will see Michela Palermo as hostess on October 23rd and 24th presenting Re_framing, a printed matter installation from her ongoing project The Untitled box, which will remain on show until November 3rd.

 

If photography is an everlasting fight against disappearing, if it serves as a trace, as a resource and a reminder of something that has been; if it is the result of a chemical inscription of a brief moment, my work sets forth the possibility of subverting all of this.

 

It is an attempt to show the fragility of my own vision: the possibility to accept and perhaps welcome a non-linear existence, as if what has happened has never happened, or has happened in a suspended time elsewhere, in a dizzying network of uneven, divergent and parallel times, which my gaze cannot witness, but only guess.

 

These beating of eyelashes take shape in publications where the book (as object itself, where the order is postulated by the pages, the number of it, the dimensions, and by the relationship between the white and the weight of images) re-establishes a vision made up of combinations and infinite possibilities of association.


I photograph to forget and to rewrite from the beginning what has been.

 

 

The Untitled Box is an ongoing collection of self-published fanzines and artist books that contain (for now):

 

As I Was Following You (2010)

You are here (2012)

Would (2014)

A million stars (away from you) (2017)

Beyond the dust (2018)

 

On display the publications, a series of silver gelatin prints, a collage of xerox prints on usomano paper and acetate made on site and serigraphy.

 

 

Michela Palermo lavora da quasi 10 anni nel campo della fotografia e del design editoriale.
Si è laureata in scienze politiche nel 2006 presso l’Università di Bologna e il suo background è in teoria critica e studi di genere.
Dopo la laurea, ha intrapreso il programma annuale General Studies presso l’International Center of Photography di New York.

Ha iniziato a lavorare come fotoreporter per riviste settimanali e mensili, creando storie per il mercato editoriale e acquisendo esperienza nella progettazione editoriale, e come assistente nella produzione di diversi libri di artista e fotografici, sviluppando una consapevolezza e un’attenzione al libro come mezzo e oggetto d’arte.

Ha presentato il suo lavoro in numerosi eventi dedicati al selfpublishing e collaborato
con diversi artisti nella progettazione di libri: dall’ideazione alla produzione fino alla distribuzione. È stata consulente per il Dipartimento di Fotografia presso l’Università Minar Sinan Fine Arts di Istanbul per la realizzazione del FUAM, un centro di ricerca dedicato a libri di artisti e fotografia, e attualmente insegna workshop sulla fotografia, la creazione di libri e l’editoria indipendente.

Michela Palermo vive a Palermo da due anni, dove collabora con Minimum Studio uno spazio dedicato ai nuovi linguaggi della fotografia e dell’immagine, dedicando una particolare attenzione ai progetti curatoriali sull’editoria d’arte.
Continua a lavorare come consulente freelance nella progettazione di libri e a fotografare per i suoi progetti personali.

Michela Palermo has been working in the field of photography and publication design for nearly 10 years. She graduated in political science in 2006 from the University of Bologna and her background is in critical theory and gender studies.
Following the degree, she undertook the General Studies one-year program at New York’s International Center of Photography.

She started to freelance as a photojournalist for weekly and monthly magazines, tailoring stories for the editorial market and gaining experience in publication design.
Through mentoring programs focused on the book-making process as well as working as an assistant in photobook production, she became keenly aware of and embraced the potential and concept of the book as a medium and as an art object.

She has presented her work at many self-publishing events and has collaborated
with different artists in designing books, from the concept through to production and distribution. She was an adviser for the Photography Department at Istanbul Minar Sinan Fine Arts University for the implementation of FUAM, a research center dedicated to artist and photography books, and she currently teaches workshops on photography, book creation, and self-publishing.

Michela Palermo has been based in Palermo for two years now, where she is a contributor at Minimum Studio a space dedicated to new languages of photography and the image, mainly focusing on curatorial projects dedicated to art publishing.
She continues to work as a freelance consultant in book design and to photograph for her personal projects.